NOTEBIC

Racconti in bici di un ciclista errante

Mobilità pedonaleMobilità sostenibileTrasporto pubbico

Alla fermata, l’auto fa più alto il gradino del bus

Non è una banalità: il più grande problema/impedimento del trasporto pubblico è … l’automobile. Ma non in quanto tale, ovviamente, ma per il semplice fatto che nelle città la pianificazione della mobilità ne agevola l’uso e soprattutto l’abuso.

Come per le bici esiste la “casa avanzata“, per il bus va fatta la “banchina avanzata

Ad esempio

Tra le fermate di TUA è facile individuare quelle per cui il mezzo, non avendo la sosta sulla corsia di marcia, deve avvicinarsi alla banchina/marciapiede per far salire o scendere i passeggeri (e ce ne sono tante). Una emblematica è in C.so V.Emanuele, zona Piazza Duca, di fronte all’ingresso del palazzo comunale dove ha sede il settore mobilità. Basta stare un po’ lì a guardare per notare che nessun autobus si avvicina alla banchina e i passeggeri devono scendere dal marciapiede per salire il gradino del mezzo, la cui altezza è ovviamente maggiore sulla strada che non rispetto alla banchina (vale anche per scendere).

Perchè accade ciò?

La ragione per cui ciò avviene è quasi sempre perché in prossimità della fermata ci sono auto o furgoni parcheggiati e fare col bus manovra di avvicinamento rimane spesso impossibile. Ma altrettanto frequentemente, per una non ottimale configurazione stradale, è l’autista stesso che non viene agevolato a fare la manovra per cui perde l’abitudine e in situazioni anche ottimali si tiene distante dal marciapiede.

Banchina avanzata

Nella foto, una fermata in via D’Annunzio, l’autobus è costretto a fermarsi due metri distante dalla banchina perché un’auto ne impedirebbe l’eventuale rientro. Un modo banalissimo per risolvere la cosa, non potendo contare sulla sensibilità degli automobilisti, sicuramente non tutti, è quello di far avanzare la fermata fino alla corsia di marcia del bus, in modo da evitare che l’autista debba fare ardite manovre e che nessuno possa fermarsi in quel tratto perché impedirebbe il transito a tutti i mezzi, auto comprese.

Cosa fare?

Perché non aprire una grande vertenza di responsabilità su questa grave situazione di inciviltà urbana? Cosa aspettano TUA e Comune a mobilitarsi? Oppure va bene così?

Altri articoli sul tema